Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione universitaria. Misure a sostegno dell’inserimento degli studenti nelle Università italiane, della prosecuzione degli studi e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti


(ci sono 5 commenti)

avatar utente
il 14/05/2018
Adriana - Liceo Classico G. Bruno, Maddaloni
ha commentato:
^

In vista del nostro prossimo futuro di accademici spero che il governo investa nella formazione di noi giovani

avatar utente
^

Propongo un regolamento per ogni università statale che tenga conto delle esigente degli studenti lavoratori

avatar utente
^

Durante l’approfondimento di questo tema oltre agli aspetti di cui al nostro disegno di legge, parlando con un nostro professore che è tornato a studiare tra i banchi universitari per il conseguimento di una seconda laurea è venuta fuori una criticità che riguarda l’organizzazione dei rapporti tra i docenti e gli alunni. In particolare Il nostro prof. ha evidenziato una scarsa attenzione da parte del sistema universitario statale verso i suoi alunni lavoratori: “l’università statale oggi non sempre offre all’alunno lavoratore un servizio compatibile con i suoi orari lavorativi costringendolo a rivolgersi ad università private o on line”. Spero che nel prossimo futuro ci possa essere una maggiore attenzione.

avatar utente
^

Quale futuro studente universitario auspico che parte delle difficoltà rappresentate siano risolte. Ciascun giovane o meno giovane deve avere il diritto sancito dalla nostra Costituzione di proseguire gli studi e di trovare l’adeguato collocamento sul mercato del lavoro secondo il sacrosanto principio della meritocrazia. Il sistema universitario statale deve muoversi in questa direzione.

avatar utente
^

L’idea di una riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione universitaria è nata dalle difficoltà rappresentate da amici universitari e dal fatto che noi stessi nel prossimo futuro ci troveremo ad affrontare quelle stesse difficoltà. E’ stato molto interessante entrare nel cuore di questo tema e comprendere quanto sia complesso tramutare il tutto in un disegno di legge.

Effettua il login o registrati, per inviare un tuo commento.