Dichiarazione dei diritti umani: la scuola Tacchi Venturi testimonia l'articolo 2


Articolo 2
Ad ogni individuo spettano tutti i diritti e tutte le libertà enunciate nella presente Dichiarazione, senza distinzione alcuna, per ragioni di razza, di colore, di sesso, di lingua, di religione, di opinione politica o di altro genere, di origine nazionale o sociale, di ricchezza, di nascita o di altra condizione. Nessuna distinzione sarà inoltre stabilita sulla base dello statuto politico, giuridico o internazionale del paese o del territorio cui una persona appartiene, sia indipendente, o sottoposto ad amministrazione fiduciaria o non autonomo, o soggetto a qualsiasi limitazione di sovranità.

 

   vai al video realizzato dalla scuola

18 marzo 2010 I seni stirati delle bambine del Camerun. Appunti per la costruzione di diritti uguali per tutte le bambine del Mondo.
Abbiamo affrontato un tema che ci ha molto colpito e che rappresenta una violazione dei diritti delle bambine del Camerun.In Camerun, infatti, le donne sono spesso oggetto di violenza da parte dei maschi. Le madri hanno cominciato allora a praticare uno stratagemma bestiale "antiviolenza" sui corpi delle loro figlie. Verso gli 11 anni di età, quando cominciano a spuntare i primi seni, prendono le loro bambine e cominciano a stirargli il petto. La tecnica è semplice e molto dolorosa; basta avere un pestello, una buccia di banana o una noce di cocco, arroventarli sul fuoco e poi passarli con energia sul petto della ragazzina di turno. Questa pratica si chiama e coinvolge il 26% delle adolescenti in età puberale. Ad imporlo sono soprattutto mamme (58%), sorelle(9%), zie(9%) e nonne (7%), tutte ansiose di evitare che le loro bambine siano oggetto si attenzioni sessuali premature. Oggi Geraldin, Josiane e tante altre ragazze che hanno subito il Breast Ironing ( circa 5000) si sono unite in una network nazionale chiamato "Associazione delle Ziette" per lanciare una campagna contro tale pratica. Con l'aiuto di alcuni sponsor hanno prodotto degli spot televisivi che recitano: . Ma la tradizione è dura a morire. Infatti alcune ragazze si stirano il seno da sole. Lisa Celeste, 1° D

(ci sono 3 commenti)

avatar utente
^

Per noi quello che dice Lisa Celeste una ragazza della 1°D, è giusto. La nostra opinione è questa: le crudeltà fatte dalle madri in parte sono sbagliate, ma dall’ altra parte è colpa degli uomini perché loro non dovrebbe attirare solo l’ aspetto fisico, ma anche quello comportamentale. Gli uomini, infatti, ormai da parecchio tempo, non si sanno comportare con le donne in modo giusto e leale. Il Camerun, è un paese sottosviluppato e quindi non ci sono tecniche avanzate per diminuire la grandezza del seno delle ragazze dagli 11 anni in poi, senza farle soffrire. Le madri e i familiari delle ragazzine stuprate dovrebbero subito denunciare i responsabili di tali atrocità. Le mamme non dovrebbero rifare alle proprie quello che a loro è stato fatto, cioè stirargli il seno. Noi siamo state fortunate a essere nate in Italia. Martina Fattobene 2°D Istituto Comprensivo Tacchi Venturi.

avatar utente
^

Per noi quello che dice Lisa Celeste una ragazza della 1°D, è giusto. La nostra opinione è questa: le crudeltà fatte dalle madri in parte sono sbagliate, ma dall’ altra parte è colpa degli uomini perché, a loro non dovrebbe attirare solo l’ aspetto fisico, ma anche quello comportamentale. Gli uomini, infatti, ormai da parecchio tempo, non si sanno comportare con le donne in modo giusto e leale. Il Camerun, è un paese sottosviluppato e quindi non ci sono tecniche avanzate per diminuire la grandezza del seno delle ragazze dagli 11 anni in poi, senza farle soffrire. Le madri e i familiari delle ragazzine stuprate dovrebbero subito denunciare i responsabili di tali atrocità. Le mamme non dovrebbero rifare alle proprie quello che a loro è stato fatto, cioè stirargli il seno. Noi siamo state fortunate a essere nate in Italia. Martina Fattobene e il gruppo famminile 2°D I. C. P. Tacchi Venturi.

avatar utente
^

pultroppo questa cruda realtà non si può cambiare facilmente...noi non possiamo parlare ore e ore di queste immense difficoltà ma a cosa serve???sarebbe un sogno aiutarle e cercare di dare un futuro a queste ragazze ke non hanno colpa di essere nate in un paese davvero arretrato...ylenia maugeri 3° A

Effettua il login o registrati, per inviare un tuo commento.