PROGETTO VINCITORE - Dichiarazione universale dei diritti umani: l'Istituto Comprensivo "G.A. Colozza" di Frosolone (IS) testimonia l'articolo 26 comma 2


Articolo 26
...
L'istruzione deve essere indirizzata al pieno sviluppo della personalità umana ed al rafforzamento del rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali. Essa deve promuovere la comprensione, la tolleranza, l'amicizia fra tutte le Nazioni, i gruppi razziali e religiosi, e deve favorire l'opera delle Nazioni Unite per il mantenimento della pace.
...

15 febbraio 2017 Il senso del nostro contributo
A proposito di "vittoria", in riferimento al coinvolgimento degli alunni, come non citare la seguente lettera che racchiude tutto il senso della nostra scelta progettuale (comma 2,art.26).
«Caro professore,
sono un sopravvissuto di un campo di concentramento. I miei occhi hanno visto ciò che nessun essere umano dovrebbe mai vedere: camere a gas costruite da ingegneri istruiti; bambini uccisi con  veleno da medici ben formati; lattanti uccisi da infermiere provette; donne e bambini uccisi e bruciati da diplomati di scuole superiore e università. Diffido – quindi – dall’educazione. La mia richiesta è: aiutate i vostri allievi a diventare esseri umani. I vostri sforzi non devono mai produrre dei mostri educati, degli psicopatici qualificati, degli Eichmann istruiti. La lettura, la scrittura, l’aritmetica non sono importanti se non servono a rendere i nostri figli più umani».
(Anniek Cojean, Les mémoires de la Shoah, in Le Monde del 29 aprile 1995).

(ci sono 5 commenti)

avatar utente
il 06/03/2017
Cristina - G.A.COLOZZA, Castelpetroso
ha commentato:
^

Questa lettera ha davvero un significato!Se vogliamo un futuro migliore,dobbiamo essere NOI i primi a renderlo tale.Quindi insegnare ai bambini come diventare essere umani e come saper vivere!!!

avatar utente
il 23/02/2017
Luca - G.A.Colozza, Castelpetroso (IS)
ha commentato:
^

Una lettera dal significato IMMENSO!Come detto dal preside ebreo bisogna quindi si istruire i bambini,ma istruirli a diventare Essere Umani e non Mostri Educati!

avatar utente
il 22/02/2017
fabiana - G.A. Colozza, Castelpetroso(IS)
ha commentato:
^

Questa lettera,ci insegna che non serve a niente saper scrivere bene o saper risolvere l'espressione più lunga al mondo...ma la cosa più importante che dobbiamo insegnare al nostro futuro ...è saper vivere..vivere bene con noi stessi e con gli altri...

avatar utente
^

Questa lettera scritta da questo preside per i suoi docenti ci deve insegnare che dobbiamo istruire i bambini con criterio e coscienza perché saranno loro a essere il nostro futuro...E non educandoli nel modo corretto potrebbero esserci dei problemi. Come ha detto la mia compagna queste canzoni ,soprattutto "Non insegnate ai bambini", parlano di quello che il preside ebreo ci voleva trasmettere attraverso questa lettera...

avatar utente
il 16/02/2017
sharon - G.A. Colozza , Castelpetroso
ha commentato:
^

La lettera del preside ebreo ai suoi docenti è davvero significativa! Per rimanere in tema,stamattina con la prof abbiamo ascoltato due canzoni di Gaber:"non insegnate ai bambini" e "la libertà". Sono state entrambe favolose!Nella prima canzone Gaber invita gli adulti ad insegnare,prima di ogni altre cosa,l'amore e il rispetto verso il prossimo. Nell'altra canzone,invece,il tema trattato è la libertà intesa come piena partecipazione alla vita sociale.Infatti aggiungere che la libertà non è una casa su albero,uno spazio libero etc. etc.

Effettua il login o registrati, per inviare un tuo commento.