PROGETTO VINCITORE - Dichiarazione universale dei diritti umani: l'Istituto Comprensivo "G.A. Colozza" di Frosolone (IS) testimonia l'articolo 26 comma 2


Articolo 26
...
L'istruzione deve essere indirizzata al pieno sviluppo della personalità umana ed al rafforzamento del rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali. Essa deve promuovere la comprensione, la tolleranza, l'amicizia fra tutte le Nazioni, i gruppi razziali e religiosi, e deve favorire l'opera delle Nazioni Unite per il mantenimento della pace.
...

27 gennaio 2017 Storia...maestra di vita?
“La nuova legge del non vedere. Come in un’abitudine, in un’assuefazione. Quando, oggi, leggiamo delle deportazioni degli ebrei sotto il nazismo, ci chiediamo: certo, le popolazioni non sapevano; ma quei convogli piombati, le voci, le grida, nelle stazioni di transito nessuno li vedeva e sentiva? Allora erano il totalitarismo e il terrore, a far chiudere gli occhi. Oggi no. Una quieta, rassegnata indifferenza, se non anche una infastidita avversione, sul Mediterraneo. L’Occidente a occhi chiusi.”                                                                                                                                                                                                                                                        M.Corradi “Sui vostri monumenti alla Shoah non scrivete violenza, razzismo, dittatura e altre parole ovvie, scrivete ‘indifferenza’: perché nei giorni in cui ci rastrellarono, più che la violenza delle SS e dei loro aguzzini fascisti, furono le finestre socchiuse del quartiere, i silenzi di chi avrebbe potuto gridare anziché origliare dalle porte, a ucciderci prima del campo di sterminio”.                                                                                                                                                                                                                                              L.Segre "Anche se il prezzo dei sacrifici che pagheremo sarà molto alto, la solidarietà è l'unica strada per arginare futuri disastri"                                                                                                                                    Z. Bauman                                                           

(ci sono 2 commenti)

avatar utente
il 08/02/2017
Luca - G.A.Colozza, Castelpetroso (IS)
ha commentato:
^

Il 27 gennaio Youssif,un giovane ghanese che ci ha aperto il suo cuore,raccontandoci del suo lungo viaggio da migrante per arrivare in Italia.Il suo è stato un viaggio duro e pieno di sofferenze, ma nonostante tutto non si è mai arreso,continuando sempre a sperare in un futuro diverso,migliore.Adesso Youssif lavora con la fidanzata Raffaella e aiuta persone che,come lui,hanno dovtuo affrontare ostacoli su ostacoli per permettersi una vita.Dopo questa esperienza ho compreso che cio'che ci sta davvero 'distruggendo' è l'Indifferenza;mentre noi ci lamentiamo per broblemi banali ci sono persone che,come Youssif, soffrono senza neanche potersi ribellare.Grazie Youssif,grazie dal più profondo del cuore!

avatar utente
il 30/01/2017
sharon - G.A. Colozza , Castelpetroso
ha commentato:
^

Ieri 27 gennaio in giornata della Shoha è venuto Yussif un ragazzo ghanese. Ha iniziato a raccontare la sua triste vita, ha visto la morte, la miseria, la schiavitù e a dormito per tanti anni con la paura di non sopravvivere.Tutto questo per colpa dell'INDIFFERENZA e della cattiveria delle persone. Una notte ha visto andare a fiamme la sua abitazione solo perchè la sua famiglia seguiva un'altra religione ed era perseguitata. La sua storia mi ha fatto commuovere e ho capito la cattiveria che c'è nel mondo. Secondo me anche se siamo nel 2017 non teniamo conto di queste povere persone che hanno bisogno di noi,rimanendo indifferenti come prima. Secondo voi se a noi serve un aiuto, loro cosa dovranno fare?

Effettua il login o registrati, per inviare un tuo commento.