Dichiarazione universale dei diritti umani: l'IC "Ines Giagheddu" - scuola di Luras - di Calangianus (SS) testimonia l'articolo 2


Articolo 2
1.  Ad ogni individuo spettano tutti i diritti e tutte le libertà enunciati nella presente Dichiarazione, senza distinzione alcuna, per ragioni di razza, di colore, di sesso, di lingua, di religione, di opinione politica o di altro genere, di origine nazionale o sociale, di ricchezza, di nascita o di altra condizione.
2.  Nessuna distinzione sarà inoltre stabilita sulla base dello statuto politico, giuridico o internazionale del Paese o del territorio cui una persona appartiene, sia che tale Paese o territorio sia indipendente, o sottoposto ad amministrazione fiduciaria o non autonomo, o soggetto a qualsiasi altra limitazione di sovranità.

03 febbraio 2017 Convocata la seduta dell'Onu
Ai paesi membri
Sede


Oggetto: Avviso di convocazione per l'Organizzazione delle Nazioni Unite

Cari paesi membri, alcuni di noi, sono convocati per discutere un tema molto importante. Parleremo di disuguaglianza con particolare attenzione al tema della condizione femminile. A breve, vi comunicheremo la data e l'ora della seduta. Intanto, vi informiamo che i paesi convocati a discutere e a proporre una risoluzione sono i seguenti che potranno contare sulla presenza dei loro rappresentanti:

1) ITALIA: mr. Matteo Careddu.

2) GRECIA: mr. Davide Nieddu

3) FRANCIA: mr. Francesco Pisano

4) GERMANIA: mr. Mauro Zuncheddu

5) ROMANIA: mrs Andreea Mustata

6) ISLANDA: mr. Antonio Scanu

7) USA: mr. Simone Tolu

8) CANADA: mr. Matteo Zuncheddu

9) BRASILE: mrs. Paola Milia

10) MESSICO: mr. Mattia Fadda

11) ARGENTINA: mr. Giovanni Luciano

12) RUSSIA: mrs. Daniela Landorno

13) ARABIA SAUDITA: mrs. Anna Claudia Bellu

14) PAKISTAN: mRS. Elena Cossu

15) INDIA: Giovanna Cabras

16) CINA: Giulia Careddu

17) GIAPPONE: Greta Todesco

18) AUSTRALIA: Mario Zuncheddu

19) NUOVA ZELANDA. Samuel Musselli

20) MAROCCO: Youssef Rida

21) EGITTO: Gabriele Menconi

22) SUDAFRICA: Aurora Careddu

23) REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO: Rosa Demuru

24) NIGERIA: Erika Santu

25) MADAGASCAR: Federica Solinas

Nb: Ogni rappresentante di Stato presenterà una scheda sul proprio paese soffermandosi sulle criticità e sui diritti umani con un occhio di riguardo alla condizione femminile. E' richiesta proposta di risoluzione da presentare alla Conferenza. 


(ci sono 6 commenti)

avatar utente
^

Gran bel lavoro complimenti bella organizzazione!!!!

avatar utente
^

Dopo tanto lavoro siamo quasi arrivati al grande giorno! I ragazzi hanno preparato i loro discorsi e si stanno esercitando per la buona riuscita della simulazione. Grazie a tutti i colleghi che ci stanno aiutando!

avatar utente
^

Che bella iniziativa!Davvero molto coinvolgente e interessante.

avatar utente
^

"Grazie al progetto ho saputo qualcosa in più sul Marocco che è il paese d'origine dei miei genitori. Ho potuto scoprire il significato della sua bandiera: rossa con una stella verde che significa, la saggezza, la pace, la salute e la vita). Il verde è il colore dell'Islam; le cinque punte della stella sono i cinque pilastri dell'Islam (cosa che non sapevo). Inoltre, non ero a conoscenza di come vengono trattate le donne in Marocco". (commento dell'alunno Youssef Rida dopo aver svolto la ricerca ed aver avuto il compito di fare l'ambasciatore del Marocco all'assemblea dell'Onu).

avatar utente
^

Siamo pronti per fare la simulazione dell'assemblea dell'Onu. Io sarò l'ambasciatore dell'Australia. Parleremo dei diritti delle donne. Nel mio paese la donna gode di tutti i diritti che hanno gli uomini: dal 1902, ha diritto di voto e siamo, dopo la Nuova Zelanda, il secondo paese al mondo per i diritti delle donne.

avatar utente
^

Ci stiamo preparando con ansia. Abbiamo coinvolto anche i docenti di arte, tecnologia, inglese e francese, oltre che quelli di lettere.

Effettua il login o registrati, per inviare un tuo commento.