Dichiarazione universale dei diritti umani: l'Istituto Comprensivo Dante Alighieri di Ripalimosani (CB) testimonia l'articolo 26


Articolo 26

Ogni individuo ha diritto all'istruzione. L'istruzione deve essere gratuita almeno per quanto riguarda le classi elementari e fondamentali. L'istruzione elementare deve essere obbligatoria.
L'istruzione tecnica e professionale deve essere messa alla portata di tutti e l'istruzione superiore deve essere egualmente accessibile a tutti sulla base del merito.
L'istruzione deve essere indirizzata al pieno sviluppo della personalità umana ed al rafforzamento del rispetto dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali. Essa deve promuovere la comprensione, la tolleranza, l'amicizia fra tutte le Nazioni, i gruppi razziali e religiosi, e deve favorire l'opera delle Nazioni Unite per il mantenimento della pace.
I genitori hanno diritto di priorità nella scelta di istruzione da impartire ai loro figli.

13 marzo 2018 Sul nastro di partenza.....
16/02/2018
Finalmente inizia il nostro viaggio attraverso gli articoli della Dichiarazione universale dei diritti umani. Con le nostre insegnanti abbiamo cominciato ad entrare nel vivo della questioni a partire da un breve excursus storico che ci ha condotto dal 10 dicembre 1948, anno in cui la Dichiarazione è stata approvata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, alle odierne e non ancora sopite aspirazioni dei popoli alla libertà e alla giustizia. La  loro conquista ha richiesto lunghe e dolorose lotte nel corso della storia, testimoniate da un’analisi che ci ha permesso di confrontare ciò che è enunciato nella Dichiarazione, con la drammatica condizione in cui ancora vivono miliardi di esseri umani nel XXI secolo. Infatti, ci siamo resi conto che, nonostante i risultati positivi, c’è ancora molto da fare, anche nei paesi più avanzati, anche da noi. Ogni volta che un bambino viene costretto a lavorare, ogni volta che una donna subisce violenza o è costretta ad un matrimonio non voluto, ogni volta che un migrante viene umiliato o maltrattato e un individuo viene discriminato per il colore della pelle, ecco che un diritto viene negato e la società ne è ferita. Insieme ai nostri compagni, suddivisi in gruppi di lavoro, abbiamo analizzato i trenta articoli della Dichiarazione raggruppati in quattro categorie di diritti:
  1. Diritti della persona umana: uguaglianza, diritto alla vita, alla libertà, alla sicurezza;
  2. Diritti che ogni persona ha nei confronti dello stato o del gruppo sociale di cui fa parte;
  3. Diritti politici: libertà di pensiero e di associazione,diritto di votare e di essere eletti, di partecipare al governo….
  4. Diritti in campo economico e sociale: diritto al lavoro, diritto ad una retribuzione equa, al riposo, all’istruzione…
 

(ci sono 4 commenti)

avatar utente
il 27/03/2018
Gaia - I.C.Ramati, Vespolate
ha commentato:
^

Grazie per questa opportunità, a me questo lavoro piace molto. Vedere che altre persone gradiscono questo proggieto mi stimola a lavorare ancora di più.

avatar utente
il 19/03/2018
Sofia - IC Dante Alighieri, Petrella Tifernina
ha commentato:
^

Auguro anche a voi un proficuo lavoro.

avatar utente
il 17/03/2018
Sofia - IC Dante Alighieri, Petrella Tifernina
ha commentato:
^

Ogni bambino e ragazzo ha diritto a ricevere una istruzione e ad accedere alla scuola,quale luogo di formazione e sviluppo della personalità. Questo diritto non può subire limitazioni di alcun genere. Se si determinano difficoltà o ostacoli (problemi economici, disabilità fisica o psichica) devono essere predisposti gli strumenti e i servizi per garantire comunque il diritto all'istruzione. Anche i minori stranieri, indipendentemente dalla regolarità della loro posizione dovrebbero avere diritto all'istruzione.

avatar utente
^

Buon lavoro amici! Che questo progetto possa essere il punto di partenza per un percorso di maggiore consapevolezza per noi e per i nostri alunni!

Effettua il login o registrati, per inviare un tuo commento.